Insolito: i cani “vegani” sono più sani di altri

Secondo uno studio in Inghilterra, i cani alimentati con una dieta vegana hanno meno probabilità di ammalarsi rispetto alle loro controparti alimentate con carne. Buone notizie per i proprietari vegani che applicano la stessa dieta ai loro boli di pelo.

La teoria secondo cui mangiare vegetariano fa bene alla salute sta cominciando a guadagnare terreno, supportata da diversi recenti studi scientifici che giungono tutti alla stessa conclusione. Naturalmente, se la domanda riguarda l’uomo, ci si aspetterebbe che si presenti per il più fedele degli animali domestici: il cane.

2.536 proprietari di cani intervistati

In ogni caso, questo è ciò che gli scienziati inglesi dell’Università di Winchester hanno cercato di scoprire. Quindi, i cani vegani sono più sani delle loro controparti predatorie? Per scoprirlo con certezza, gli autori di questo studio pubblicato su Plos One hanno intervistato i proprietari di 2.536 cani. Ai volontari è stato chiesto di compilare questionari volti a fornire informazioni relative alla dieta e allo stato di salute dei loro boli di pelo.

I ricercatori hanno analizzato queste informazioni per un periodo di un anno, in particolare tenendo conto del numero di visite effettuate dal veterinario e di eventuali trattamenti farmacologici somministrati a Médor. Dei cani rappresentati nello studio, poco più della metà ha mangiato carne, un terzo carne cruda e il 13% esclusivamente prodotti vegetali.

canini vegani

Nel complesso, lo studio mostra che i cani che seguono una dieta senza carne hanno quattro volte meno probabilità rispetto ad altri di fare una visita dal veterinario rispetto a quelli che seguono una dieta più convenzionale.

Nella stessa logica la percentuale di cani che hanno riscontrato problemi di salute durante l’anno sale al 49% per i cani sottoposti a dieta classica, contro il 36% per i canidi “vegani”.Anche i cani più abituati a mangiare carne cruda sembrano più sani, anche se questo è probabilmente dovuto al fatto che gli animali in questione sono in media un anno più giovani.

“Prove significative indicano che le diete a base di carne cruda sono spesso associate a rischi dietetici, comprese carenze e squilibri nutrizionali, nonché agenti patogeni”, affermano gli autori dello studio.

“I dati aggregati fino ad oggi indicano che le scelte dietetiche più sane e meno pericolose per i cani sono le diete vegane”, concludono i ricercatori.

Leave a Comment