Il gatto rifugiato ucraino Miky ha trovato una famiglia adottiva

Il gattino bianco e grigio arrivato dall’Ucraina e affidato alle SPA di Strasburgo il 31 marzo, ha trovato una famiglia che lo adottasse in pochi giorni. I suoi proprietari erano stati uccisi negli attentati a Kiev.

La sua storia ha subito attirato attenzione ed empatia: Miky è stato salvato dagli attentati di Kiev alla fine di marzo. I suoi proprietari non sono stati così fortunati. Il gatto è stato riportato indietro da due ucraini fuggiti dal loro paese e arrivati ​​a Strasburgo con l’animale il 31 marzo. Lo hanno affidato alla SPA, che è andata alla ricerca di una famiglia affidataria.

“Abbiamo ricevuto molte chiamate non appena abbiamo condiviso la sua storia e le sue foto. Sul nostro sito, il suo profilo ha avuto 30.000 visite”ci viene detto alla SPA. Un profilo particolare quindi per la sua storia, ma anche per la sua età: 20 anni per il micio, età venerabile che richiede molte attenzioni.

“La famiglia che abbiamo trovato ha tempo per lui e l’esperienza del gatto, che è quello che stavamo cercando… Se qualcosa non va, lo vedranno e sapranno cosa fare”.

Miky deve ancora essere esaminato a lungo dal veterinario, prima che i suoi nuovi proprietari vengano a trovarlo mercoledì 13 aprile, per un primo contatto. Se necessita di cure particolari, se ne prenderà cura la SPA, come avviene quando gli animali adottati sono anziani. Poi, in cambio di una semplice donazione, Miky sarà il loro nuovo animale domestico.

Una storia che in pochi giorni ha trovato un lieto fine. Ma la SPA ci ricorda che tanti simpaticissimi gatti aspettano ancora l’adozione…

Leave a Comment