i prezzi alla carta tendono ad aumentare

“Non abbiamo altra scelta, se vogliamo rispettare i nostri margini, che aumentare i nostri prezzi. Siamo obbligati a farlo. ” Gestore del ristorante A Settimio a Digione, Stéphane Smojver è costretto a rivedere i suoi prezzi à la carte. Indipendentemente dalla sua volontà. “Un piatto è già tra i 18 e i 20 €. Con il potere d’acquisto dei francesi in calo, la logica sarebbe quella di abbassare i nostri prezzi perché sono già abbastanza alti. Faremo il contrario, aumenteremo per restare ai nostri margini. »

In discussione, in particolare, il costo delle materie prime. Ma non solo (leggi altrove). Con i suoi fornitori, Stéphane Smojver vede un aumento del 10-20% sulle materie prime. “Nei piatti del menù rispetterò i coefficienti. Quindi non applicherò il 20%, ma un aumento del 10% su un piatto da 20€, il calcolo è fatto in fretta. »

La formula del giorno può essere una variabile di aggiustamento

Adeguamenti apportati principalmente ai piatti del menù, la formula del giorno essendo…

Leave a Comment