Grida per il video di una donna che uccide un cane di fronte a bambini che ridono

Un video di una donna che spara a un cane seduto a terra a distanza ravvicinata con un fucile da caccia mentre i bambini che ridono filmano la scena ha suscitato proteste in Libano venerdì.

Secondo un video ampiamente condiviso sui social network, una giovane donna, pistola in mano, si avvicina a un cane seduto in un’area di parcheggio e che non rappresentava alcun pericolo per le persone intorno. La donna si avvicina quindi all’animale, che non reagisce, e gli spara un colpo, ferendolo direttamente. L’animale si alza e si muove a causa del dolore causato dalla ferita. Ciò non impedisce alla donna di sparargli una seconda volta. Il cane poi si sdraia ancora un po’, morendo.

Leggi anche

La cicogna Hope: la storia di un colpo di speranza!

La donna, imperturbabile, torna sui suoi passi. La scena è filmata a priori da un bambino che ride, che accoglie con favore la scena a cui ha appena assistito. In sottofondo si sentono altri bambini che ne ridono.

“Mancanza di soluzioni efficaci”

Ghina Nahfawi, un difensore degli animali, ha condiviso il video su Twitter, dicendo che la donna che appare mentre gira nel video si chiama S. Gh. e sarebbe del villaggio di Kamed al-Loz, nella Bekaa occidentale. La signora Nahwafi ha anche allertato le forze di sicurezza interna nel suo posto. Finora, la polizia non ha ancora reagito al caso.

“Fino a quando non ci saranno punizioni adeguate per i criminali come camminare freddamente verso il cane prima di metterlo giù, continueremo a vedere scene del genere in assenza di soluzioni efficaci”, ha detto un netizen su Twitter.

I casi di abusi sugli animali provocano regolarmente indignazione in Libano. Nell’agosto 2017 è stata finalmente emanata una legge sulla protezione degli animali senza precedenti. Il testo stabilisce, tra l’altro, le regole per la detenzione di animali domestici, nonché i regolamenti di zoo e negozi di animali e vieta il possesso di animali selvatici o in via di estinzione. Ma la sua applicazione da parte delle autorità, spesso accusate di lassismo, resta una sfida. Tuttavia, alcune vittorie sono state registrate per i difensori dei diritti degli animali. Così, nel 2018, un uomo che torturava i cani è stato condannato al carcere.

Un video di una donna che spara a un cane seduto a terra a distanza ravvicinata con un fucile da caccia mentre i bambini che ridono filmano la scena ha scatenato una protesta in Libano venerdì. Secondo un video ampiamente condiviso sui social media, una giovane donna, fucile in mano, si avvicina ad un cane seduto in un’area di parcheggio e che non presentava alcun pericolo per le persone intorno….

Leave a Comment