Google: riduzione dell’hacking grazie alla doppia autenticazione

Una buona igiene del computer è essenziale per garantire la protezione dei tuoi dati. Secondo Google, a volte è necessario forzare la mano degli utenti di Internet affinché adottino i gesti giusti, da qui l’implementazione dell’autenticazione a due fattori.

Come funziona la doppia autenticazione?

Oggi Google è molto presente nella nostra vita quotidiana. Nessuno può fare a meno del proprio account Google personale o professionale. Usato regolarmente, contiene informazioni personali e sensibili sul suo proprietario. Nelle mani sbagliate, queste informazioni possono danneggiare l’utente dell’account e altri. In effetti, oggi siamo di fronte a un aumento dell’hacking informatico. Ecco perché è essenziale una migliore protezione dei dati.

Per superare la pirateria e proteggere gli account degli utenti, Google ha implementato un sistema di doppia autenticazione. Dal 2021 richiede questa doppia autenticazione di tutti gli utenti.

In cosa consiste?

La doppia autenticazione è una soluzione efficace per proteggere il tuo account. È una verifica in due passaggi, passando attraverso il solito sistema di password e una protezione aggiuntiva. Può essere un codice temporaneo da inserire o la convalida di una richiesta di connessione che ricevi sul tuo smartphone.

Per proteggere meglio gli utenti, e soprattutto per rendere il processo meno doloroso, Google ha optato per le richieste di accesso. Qui non si tratta di inserire un codice da digitare. Google visualizza le richieste di connessione da convalidare in un clic. Inoltre, rende disponibili all’utente le informazioni sulla connessione, inclusi l’ora della richiesta di connessione, la posizione approssimativa e il tipo di dispositivo. Questo approccio ha il vantaggio di semplificare notevolmente il processo coinvolgendo nel processo persone che non hanno dimestichezza con i computer.

Un calo del 50% degli account compromessi

Una migliore igiene IT è essenziale per proteggere i dati sensibili. Poiché l’hacking informatico è sempre più diffuso, poiché il phishing viene fatto anche su siti sicuri, è importante adottare i gesti giusti. Il sistema di doppia autenticazione, chiamato anche autenticazione forte, è uno di questi.

D’altra parte, cambiare il proprio comportamento online non è facile per tutti. Lo conferma anche il colosso Google. Per questa azienda americana, a volte è necessario forzare la mano agli utenti di Internet in modo che abbiano una migliore igiene del computer.

Dopo aver richiesto alle persone di abilitare l’autenticazione a due fattori per proteggere il proprio account, Google è orgogliosa di esporre il proprio record. Guemmy Kim, responsabile della sicurezza di Google, indica che: “Grazie a questo sforzo, abbiamo assistito a una riduzione del 50% degli account compromessi”.

Ciò è probabilmente dovuto al fatto che 150 milioni di utenti Internet in tutto il mondo, nonché 2 milioni di utenti Internet che pubblicano contenuti su YouTube, sono stati convinti dai meriti dell’autenticazione forte.

Leave a Comment