Google potrebbe preparare un nuovo Nest WiFi, ecco cosa ci aspettiamo

Google sembra preparare un nuovo router mesh nella sua gamma Nest WiFi. Facciamo il punto sulle nostre aspettative.

Dopo l’acquisizione di Nest nel 2014, Google ha iniziato a interessarsi da vicino al mondo della casa connessa. Oltre ai termostati connessi (allora una specialità di Nest), Google ha poi esaminato il punto di accesso principale della connessione: il router. Nasce così il Google WiFi, arrivato in Francia nel 2017, poi il Google Nest WiFi nel 2019. Un terzo modello è in preparazione.

Il vento del sud

Durante lo scavo del codice sorgente delle applicazioni di Google, il team di 9to5Google ha scoperto una menzione di un nuovo dispositivo in arrivo nel catalogo del marchio Mountain View. Questo è indicato con il nome in codice ” Scirocco “.

Lo Scirocco è un vento molto caldo che soffia solitamente sul Sahara, che può portare sabbia in gran parte del bacino del Mediterraneo, fino alle Alpi. E poiché Google ha l’abitudine di dare nomi in codice ravvicinati ai suoi prodotti della stessa famiglia (ad esempio i pixel hanno generalmente nomi di pesci o uccelli più recentemente), è sufficiente guardare i codici vento dei nomi precedenti per indovinare di quale intervallo si tratti.

Se hai letto il titolo e l’introduzione di questo articolo, avrai già capito: Google WiFi è nome in codice ” Maestralee il nome in codice Nest WiFi “Il vento“.Sciroccodovrebbe quindi logicamente essere il suo successore.

Cosa aspettarsi da un Nest WiFi 2

Nel nostro test del Nest WiFi, eravamo piuttosto contrastanti. Il prodotto è carino, facile da usare e porta l’Assistente Google in ogni stanza dove c’è un satellite… ma le sue prestazioni sono piuttosto relative se non vivi in ​​una casa di più di 100 m².

Il primo miglioramento che vorremmo vedere su un possibile Nest WiFi 2 è quindi prima di tutto un aggiornamento degli standard WiFi. Addio WiFi 5, nel 2022 ci aspettiamo almeno WiFi 6, o addirittura WiFi 6E, già presente su Pixel 6 e Pixel 6 Pro. Con il proliferare degli oggetti connessi, limitare le interferenze e migliorare la stabilità della rete sarebbe molto apprezzato, soprattutto per chi utilizza un servizio di cloud gaming.

Se la potenza potesse essere migliorata, sarebbe anche un vantaggio. Allo stato attuale, Nest WiFi non funziona meglio di un Livebox 4, anche in un appartamento a più piani. Questo è tanto più vero per il satellite che funziona solo in 2×2 MIMO (contro 4×4 per il router principale).

Pulsante del microfono Google Nest Wifi
Il satellite non ha porte

Il satellite potrebbe anche avere almeno una porta Ethernet per collegare un dispositivo cablato, se necessario, in un’altra stanza. Per il router principale ne ha uno di base, piuttosto leggero, soprattutto perché se lo colleghi al modem del tuo ISP, avrai quindi due sottoreti che non comunicano tra loro. Poter collegare tutte le sue installazioni vicine a Ethernet sarebbe quindi un vantaggio.

Infine, l’altoparlante satellitare potrebbe migliorare. Certo, basta usare l’Assistente Google, ma quando vedi che un Nest Mini fa molto meglio in termini di qualità del suono, è un peccato moltiplicare i dispositivi.

Non sappiamo per il momento quando Google intende svelare il suo prossimo Nest WiFi, ma la prossima scadenza per il brand è il Google I/O, a maggio. Sarebbe più probabile, tuttavia, che ne sentissimo parlare quest’autunno, durante la conferenzaRealizzato da Google.


Per seguirci, ti invitiamo a scaricare la nostra applicazione Android e iOS. Puoi leggere i nostri articoli, file e guardare i nostri ultimi video di YouTube.

Leave a Comment