Google Maps: pedaggi, semafori… ecco le ultime novità dell’applicazione

Il prossimo aggiornamento di Google Maps includerà nuove funzionalità molto attese dagli utenti e soprattutto dagli automobilisti.

La famosa applicazione di mappatura utilizzata per i nostri spostamenti quotidiani sta per arricchirsi indicando preziose informazioni durante i nostri viaggi su strada.

Google Maps sarà presto in grado di visualizzare i semafori ma anche i segnali di stop in prossimità di incroci e incroci. Informazioni che possono essere utili e che consentiranno in particolare di anticipare determinati fermi, o addirittura di prestare vigilanza.

Soprattutto, questa funzione sarà una parte fondamentale dello sviluppo dell’intelligenza artificiale di Google Maps. Google infatti, elencando tutti i semafori di una città, aveva spiegato, nell’ottobre 2021, di voler realizzare un servizio in grado di gestire i semafori in modo da ottimizzarne il funzionamento e rendere più fluido il traffico urbano, soprattutto nelle ore di punta.

Se le informazioni contenute intorno ai semafori in Google Maps non sono direttamente legate a questo futuro servizio di IA, gli strumenti offerti da Google dovrebbero consentire di ottimizzare alcuni elementi della smart city di domani.

Un’altra informazione interessante che verrà visualizzata sulle mappe: la dimensione delle strade e la loro forma. Un punto che può consentire una migliore circolazione in alcune grandi città, collocandosi più efficacemente sullo spazio stradale, mentre qui possono essere specificati edifici notevoli (monumenti, municipi, ecc.).

Queste funzionalità dovrebbero essere implementate nelle prossime settimane, ma i paesi interessati non sono ancora stati specificati.

Il prezzo dei pedaggi visualizzato

Allo stesso tempo, Google ha confermato la sua volontà di tenere conto del prezzo dei pedaggi su un viaggio. Un elemento interessante in un momento in cui i problemi legati al potere d’acquisto e all’aumento dei prezzi interessano gli europei.

Tuttavia, il dispiegamento della funzionalità legata al costo dei pedaggi non riguarderà immediatamente il Vecchio Continente. Solo gli automobilisti provenienti da Stati Uniti, Giappone, India e Indonesia potranno pianificare i propri viaggi tenendo conto dei prezzi esposti.

Novità su iOS

Infine, Google afferma che gli utenti iPhone che eseguono iOS saranno presto in grado di sfruttare alcune funzionalità con cui gli utenti di smartphone Android potrebbero già avere familiarità. Così un widget dedicato potrà apparire direttamente sugli iPhone con iOS 15. Inoltre, i possessori di Apple Watch potranno vedere l’applicazione direttamente sullo schermo del proprio orologio. Infine, l’assistente vocale Siri sarà finalmente compatibile con l’applicazione.

Tutte queste nuove funzionalità sono descritte in dettaglio nel blog di Google.

Leave a Comment