Google Cloud collabora con gli MSSP con il programma Chronicle

Sharat Ganesh, Head of Product Marketing di Google

Con Chronicle, Google Cloud offre uno strumento di differenziazione per i fornitori di servizi di sicurezza gestiti da MSSP.

Con il lancio del suo nuovo programma MSSP Chronicle, Google Cloud intende potenziare la sua comunità di fornitori di servizi di sicurezza gestiti (MSSP). Il nuovo programma presenta offerte di servizi specializzati, che facilitano la creazione di portali brandizzati e capacità avanzate di rilevamento, indagine e risposta delle minacce. Tante funzionalità che dovrebbero consentire agli MSSP di differenziarsi, secondo Google Cloud. Nell’ambito di questo programma, che si concentrerà sulla promozione delle vendite della piattaforma di gestione delle informazioni SIEM Chronicle di Google e degli eventi sulla sicurezza, i partner potranno beneficiare di un migliore supporto alle vendite e di modelli di licenza aggiornati. , che secondo Google forniranno ai fornitori di servizi di sicurezza gestiti un controllo avanzato oltre i loro margini.

Sharat Ganesh, responsabile del marketing di prodotto di Google, ha affermato in un post sul blog che il programma renderebbe più facile per gli MSSP creare soluzioni differenziate che mostrino la loro esperienza. Gli MSSP possono aggiungere la loro soluzione a Chronicle e renderla unica sul mercato e più facile da vendere, ha spiegato. Gli MSSP possono trarre vantaggio da una leva aggiuntiva con report di marca, soluzioni uniche e informazioni avanzate sulle minacce, ha aggiunto. La piattaforma Chronicle fornisce anche l’accesso ad altre funzionalità come la multi-tenancy basata su API, l’importazione di dati nel cloud e il rilevamento delle minacce. In parole povere, Google Chronicle aiuterà a ridurre il Mean Time To Respond (MTTR) dei nostri partner perché non avranno bisogno di avere una comprensione del contesto per prendere una decisione e condurre un’indagine, il che implica vantaggi significativi per il clienti, anche in termini di costi, ha ulteriormente dichiarato il signor Ganesh.

Questa iniziativa segue l’impegno di Google lo scorso anno di investire 10 miliardi di dollari in cinque anni per rafforzare la sicurezza informatica. L’espansione dei programmi zero-trust, la protezione della catena di approvvigionamento del software e il rafforzamento della sicurezza del software open source sono alcune delle aree interessate da questi investimenti. Di recente, Google ha anche rafforzato le sue capacità di sicurezza informatica acquisendo il gigante della sicurezza informatica Mandiant, che ha scoperto l’attacco SolarWinds, per 5,4 miliardi di dollari.

Leave a Comment