Gli uccelli sono più colorati vicino all’equatore

Sia il padre di L’origine delle specie Charles Darwin, l’esploratore tedesco Alexander von Humboldt e il biologo britannico Alfred Russel Wallace furono tutti abbagliati dai colori vividi della flora e della fauna durante le loro spedizioni tropicali nel 1800, soprattutto rispetto a ciò che vedevano nel nord Europa.

Ora, riporta il sito Fisico, uno studio pubblicato il 4 aprile sulla rivista Ecologia ed evoluzione della natura “conferma la teoria di Darwin e altri che più gli uccelli sono vicini all’equatore, più colori vividi hanno e più sono lontani da esso, più diventano spenti”.

Per giungere a queste conclusioni, i ricercatori hanno studiato più di 4.500 specie di passeriformi provenienti da tutto il mondo, esemplari dei quali sono particolarmente ben conservati al Tring Natural History Museum nel Regno Unito. Hanno fotografato da diverse angolazioni, in luce visibile e in luce ultravioletta, il piumaggio degli uccelli. Quindi, “Utilizzando il deep learning, una tecnica di intelligenza artificiale, per estrarre dati dai pixel dell’immagine, hanno identificato il colore di 1.500 diverse parti del piumaggio di ogni uccello”, descrivere Phys.

Dimensioni, clima, dieta e carattere sessuale

Da lì, gli scienziati hanno classificato gli uccelli in base al loro colore e li hanno confrontati in base alla loro origine geografica. Risultato, rivela il sito svizzero Il tempo :

“C’è davvero una sfumatura di colore correlata alla latitudine.”

Gli scienziati hanno anche evidenziato altri fattori legati al colore, come le dimensioni, il clima o la dieta. Più piccolo è un uccello o più piccolo è in un ambiente caldo e umido, più colorato sarà il suo piumaggio. Infine, la dissomiglianza tra maschio e femmina sembra giocare un ruolo particolarmente importante.

“È la femmina che sceglie il maschio”, spiega al quotidiano svizzero Iliana Medina Guzman, biologa evoluzionista dell’Università di Melbourne, Australia, che non ha partecipato a questo lavoro. “Più concorrenza c’è tra i maschi, più colorati sono questi”.

Leave a Comment