Gli avvocati di Cédric contattano l’accusa

Cédric Jubillar è il principale sospettato della scomparsa della moglie, Delphine Jubillar, nel dicembre 2020. Ha sempre detto di essere innocente e i suoi avvocati hanno affermato che non ci sono prove inconfutabili che lo incriminano.

Gli avvocati di Cédric Jubillar, sospettato di aver ucciso la moglie, scomparsa nel dicembre 2020, hanno chiesto all’accusa di indagare sul “moltiplicazionedi fughe di notizie alla stampa di informazioni soggette alla segretezza delle indagini, ha detto giovedì all’AFP uno di questi avvocati.

Ci possono sempre essere indiscrezioni, ma (…) di questa portata, è del tutto senza precedenti“, mi ha stimato Jean-Baptiste Alary. “Non so chi calpesta il segreto dell’istruzione” ma “queste violazioni sono in aumento“, ha detto ancora. Me Alary ha sottolineato la pubblicazione sulla stampa dei risultati di due recenti perizie, ancor prima che gli avvocati di Cédric Jubillar potessero leggerli. È una perizia psichiatrica che riguarda Cédric e un’altra sugli occhiali di sua moglie Delphine. Io Alary e gli altri due avvocati di Cédric Jubillar, Mes Emmanuelle Franck e Alexandre Martin, abbiamo quindi scritto alla procura di Tolosa chiedendogli di intervenire.

Delphine Jubillar, che lavorava come infermiera notturna in una clinica di Albi, è scomparsa nel dicembre 2020. Suo marito, con il quale stava per divorziare, è il principale sospettato. È stato incriminato per omicidio e imprigionato il 18 giugno 2021. Dichiara di essere innocente. La giustizia ritiene che gli inquirenti abbiano portato elementi sufficienti della colpevolezza del pittore stuccatore 34enne per tenerlo in prigione, mentre gli avvocati di Cédric Jubillar affermano che il fascicolo non contiene prove inconfutabili. Cédric Jubillar dovrà essere nuovamente ascoltato dai giudici inquirenti il ​​12 maggio.


GUARDA ANCHE – “E’ un dossier che teniamo artificialmente in vita”: Cédric Jubillar resta in carcere, i suoi avvocati sono indignati

.

Leave a Comment