Giornata mondiale contro l’abbandono degli animali da compagnia: la SPA lancia una campagna di sterilizzazione per cani e gatti

Ieri, 25 giugno, è stata la Giornata mondiale dell’abbandono degli animali domestici. Il rifugio Papillon-SPA trabocca regolarmente a causa dell’abbandono di cani e gatti e della scarsa sterilizzazione in Guadalupa.



Ieri è stata la Giornata mondiale dell’abbandono degli animali domestici. Un’iniziativa di Solidarietà Animale. È sostenuto da molte altre associazioni, tra cui la Società per la Protezione degli Animali (SPA). Questa giornata è stata lanciata per denunciare e allertare le autorità pubbliche, anche per sensibilizzare il grande pubblico e agire contro questa ingiustizia fatta ai nostri amici a quattro zampe.

L’ultimo sabato di giugno è simbolicamente quello della prima grande partenza dei juillettisti, dove assistiamo, in Guadalupa, a un gran numero di abbandoni nei canneti, per strada o vicino ai bidoni della spazzatura. La SPA parla di 15 abbandoni al giorno per vari motivi.

È quindi per mobilitare i cittadini e riunire le associazioni di protezione degli animali che sta organizzando una campagna di sterilizzazione per cani e gatti perché ilIl rifugio Butterfly-SPA è regolarmente traboccante a causa di abbandoni e scarsa sterilizzazione.

Questa campagna di sterilizzazione sovvenzionata è la misura 4b del piano France Relance a sostegno di progetti locali, sostenuti dalle associazioni di protezione degli animali. Mira a migliorare l’accoglienza degli animali abbandonati nei rifugi o nelle famiglie affidatarie ea prevenire l’abbandono avviando una campagna di sterilizzazione.

Una dotazione di 480.000 euro è stata assegnata alla Guadalupa e consentirà così la creazione di un rifugio per animali domestici a Marie-Galante, la creazione di un rifugio per attrezzare la Guadalupa continentale, le attrezzature della ZPS per il miglioramento e la cura degli animali in affido famiglie e lo sviluppo delle adozioni locali ed infine la realizzazione di campagne di sterilizzazione agevolate su tutto il territorio con copertura del 50% delle spese veterinarie per cani e gatti privati, per quelli destinati all’adozione locale nonché per i cosiddetti gatti liberi.

Vale a dire che l’abbandono di un animale domestico è punito dalla legge perché considerato un atto di abuso. Si rischia da 3 a 5 anni di reclusione e fino a 75.000 euro di multa se l’abbandono ha causato la morte dell’animale.

Leave a Comment