François-Régis Gaudry, il critico culinario che fa tremare i più grandi chef stellati: “Per andare in incognito prenoto sempre con soprannomi”

François-Régis Gaudry ne ha fatto il suo lavoro ed è temuto in Francia. È anche l’arbitro della Guerra dei ristoranti di Top Chef.

La tredicesima stagione di Top Chef in pieno svolgimento su RTL-TVI. Dopo settimane di gare e sfide straordinarie, i candidati ancora in lizza affronteranno la mitica Restaurant War, una prova molto apprezzata durante la quale dovranno, in squadra, aprire un ristorante che avranno immaginato dalla A alla Z.

È in questo momento che entra in scena François-Régis Gaudry. Volto della seconda parte della serata di Top Chefil famoso critico gastronomico avrà l’arduo compito di selezionare due dei tre ristoranti che potranno aprire i battenti, eliminando il terzo. Il verdetto dell’interessato non fa tremare solo i candidati dello spettacolo. Presentatore diAndiamo ad assaggiare su Francia Inter e Molto molto bene a Paris Première è ovunque, ma tutti gli chef hanno paura di vederlo approdare nel loro locale. Si è confidato Il DH.

Quando arrivi a tavola, come va?

“Voglio comportarmi come il cliente medio. Commento solo quello che pago. Gli chef conoscono le mie indicazioni. Io sono imparziale nelle mie opinioni. Non voglio dover ricambiare il favore. Voglio essere libero del mio giudizi e quando è meno buono lo dico anche io. Alcuni chef che mi sono cari amici a volte si sono risentiti per me e si sono offesi perché avevo evidenziato un aspetto negativo. Ma, alla lunga, si sono resi conto che se la critica è costruttiva, gli è utile».

La tua foto viene visualizzata in alcuni stabilimenti. Come mai ?

(…)

Leave a Comment