Epatite acuta nei bambini: la scia degli adenovirus

È una serie intrigante di epatite acuta. Da qualche mese imperversa nei bambini piccoli, in alcuni paesi europei e negli Stati Uniti. Intrigante, perché l’origine di queste gravi epatiti non è stata ancora chiarita, nonostante le indagini in corso. Nel Regno Unito, il Paese di gran lunga più colpito, sono 108 i casi confermati dalle autorità mediche, giovedì 21 aprile: 79 in Inghilterra, 14 in Scozia e 15 tra Galles e Irlanda del Nord. I primi casi sono stati rilevati a fine marzo (tranne un caso identificato a gennaio). La maggior parte dei bambini ricoverati ha un’età compresa tra 1 e 5 anni. Otto di loro hanno dovuto sottoporsi a un trapianto di fegato. “I trapianti a queste età sono estremamente rari, quindi siamo molto preoccupati”ha detto alla BBC la professoressa Susan Hopkins, consigliere medico capo dell’Agenzia per la sicurezza sanitaria del Regno Unito (UKHSA).

Altri casi isolati sono stati identificati negli Stati Uniti, in bambini ugualmente piccoli (nove casi in Alabama e due in North Carolina, al 21 aprile), così come in Spagna e Irlanda, in particolare. In Francia, due bambini piccoli, diagnosticati all’ospedale Femme-Mère-Enfant di Lione, erano sospettati di appartenere a questa serie. Ma da allora, questi due casi “sono stati risolti, uno quindici giorni fa, l’altro un mese faha affermato martedì l’Hospices Civils de Lyon. Una delle forme di epatite (che colpisce un bambino di 3,5 anni) è di origine virale, l’altra (su una bambina di 7 anni) è ritenuta di origine metabolico-genetica, con esami ancora in fase di analisi”. Questi due casi hanno n “nessun legame evidente con i casi di epatite individuati nel Regno Unito”credete a questi ospedali.

L’allerta è stata emessa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) lo scorso 15 aprile. “La priorità è determinare l’eziologia di questi casi al fine di guidare le future azioni cliniche e di salute pubblica”ha osservato l’organizzazione delle Nazioni Unite.

Casi molto insoliti

L’epatite è un’infiammazione del fegato, cioè le risposte del sistema immunitario a un’infezione oa un danno a questo organo. Le loro cause possono essere a volte infettive, a volte tossiche (farmaci, per esempio, o, per l’epatite cronica, una dieta eccessivamente grassa e dolce o un eccesso cronico di alcol). Nei bambini, l’epatite acuta spesso (ma non sempre) provoca ittero, diarrea, vomito, dolore addominale, urine scure e feci grigie. E dalla febbre, se la sua origine è contagiosa.

Hai ancora il 65,41% di questo articolo da leggere. Quanto segue è riservato agli abbonati.

Leave a Comment