Dov’è Schmoutzi, il coniglio gigante preso dal mercatino di Pasqua a Colmar?

Mélina Facchin (a Strasburgo), a cura di Solène Leroux
cambiato in

12:44, 18 aprile 2022

La mascotte del mercatino di Pasqua a Colmar, nell’Alto Reno, è stata rapita durante la notte da venerdì a sabato. È un coniglio gigante delle Fiandre del peso di 8,5 chili. La coppia di ladri è stata ripresa dalle telecamere a circuito chiuso della città e il sindaco di Colmar li invita a restituire l’animale.

Schmoutzi è un coniglio gigante delle Fiandre del peso di 8,5 chili. È stato quest’anno la mascotte del mercatino di Pasqua nella città di Colmar, nell’Alto Reno, che ha aperto l’8 aprile e chiuderà il 1 maggio. Ma con sorpresa di tutti, è stato rapito durante la notte da venerdì a sabato. Due persone sono state riprese da telecamere a circuito chiuso e sono in fase di autenticazione. Questo animale da competizione ha pochissime possibilità di sopravvivere al di fuori del suo allevamento.

“In natura, le sue possibilità di sopravvivenza sono estremamente basse”

Éric Straumann, sindaco della città, è preoccupato per la scomparsa di Schmoutzi, che in alsaziano significa “bacio”: “Purtroppo è stato rubato durante la notte da venerdì a sabato all’1:30 da una coppia che è stata filmata dal nostro Sistema di telecamere a circuito chiuso”, ha detto. L’assessore comunale è preoccupato per la sorte di questa bestia della concorrenza: “Richiede cure particolari, in particolare alimenti speciali”, spiega. “Se questo tipo di coniglio viene rilasciato in natura, le sue possibilità di sopravvivenza sono estremamente basse”.

Il sindaco assicura “che sarà indulgente”

Non conosciamo la motivazione di questa coppia, le cui immagini sono ancora in fase di autenticazione. “Si tratta di proteggere gli animali?” chiede Éric Straumann. “Se è così, vi ricordo che è un animale da cortile che non era nemmeno in gabbia, ma in un recinto”, grida.

Éric Straumann spera che i due ladri ascoltino la sua chiamata e assicura che sarà clemente: “Li invito a mettersi in contatto con me, che facciano una telefonata al municipio. Provvederemo all’amichevole”, ha promesse. “Faremo vedere loro anche l’allevamento dei conigli: vedranno come crescono questi animali e come l’uomo li protegge”, vuole essere rassicurante.

Leave a Comment