Dopo tre mesi di peregrinazioni, il cane Obi ha finalmente trovato il suo padrone

Di Annabel Perrin

Nonostante le numerose segnalazioni sulle reti, Obi non era mai riuscito a farsi fermare nella sua folle corsa. Il fuggiasco è stato finalmente catturato da un’associazione, nelle Landes, a 140 km dal suo punto di partenza

Il caso ha agitato i social network e gli amanti degli animali. Per tre mesi Obi, un cane di razza Lagotto, è stato inarrestabile. Lasciato Monflanquin, dove era stato prestato dal suo proprietario, residente a Montferrand-du-Périgord, per una proiezione, il cane ha percorso il Lot-et-Garonne ed è atterrato nelle Landes, a Gabarret, a 140 km dal suo punto di partenza.

Nonostante le segnalazioni sui social network, la vigilanza della popolazione e i molteplici viaggi di andata e ritorno del suo proprietario per cercare di trovarlo, Obi non potrebbe mai essere catturato. Fino a sabato 9 aprile.

Quel giorno, un membro dell’associazione Coeur à quatre pattes riuscì ad attirare lo spaventoso animale nel suo giardino e catturarlo. L’associazione contattò immediatamente Jean-Louis Fauchié, il maestro disperato.

“Era accompagnato da un amico, non poteva guidare, quindi si è commosso, racconta la sua ex ragazza Marie Delong. Immediatamente, quando si videro, Obi si gettò tra le sue braccia. Da allora, piange non appena Jean-Louis lo lascia solo anche solo per un momento. »

Leave a Comment