Covid-19: scoperta una zanzara in una fiala del vaccino Moderna, richiamate 764mila dosi

Una scoperta piuttosto inquietante. Il laboratorio di Moderna ha dovuto emettere un richiamo di 764.900 dosi di vaccino contro il coronavirus. Il motivo di questa misura precauzionale? La scoperta di una zanzara all’interno di una fiala in un centro di vaccinazione a Malaga, in Spagna, secondo quanto riportato dal quotidiano iberico El País.

Il ritiro è stato annunciato venerdì scorso dall’Agenzia spagnola per i medicinali e i prodotti sanitari (AEMPS), che ha fatto riferimento a un “corpo estraneo” in una bottiglia, senza fornire ulteriori dettagli sull’incidente. Il lotto è stato prodotto in una fabbrica spagnola, sempre secondo i nostri colleghi, situata a San Sebastián de los Reyes, vicino a Madrid. Qui vengono riempite e confezionate le bottiglie, mentre il contenitore viene prodotto in Svizzera.

Le fiale sono state poi distribuite in diversi paesi (Norvegia, Svezia, Polonia, Portogallo e quindi Spagna), tutti interessati dal richiamo. Sarebbe stato spedito nel mese di gennaio. Sono state le autorità norvegesi a svelare il motivo di questo richiamo.

Già un incidente su un lotto prodotto in Spagna ad agosto

“La conclusione preliminare di Moderna è che il corpo estraneo è un piccolo insetto, una zanzara, entrato nella fiala durante la produzione e non rilevato dalle operazioni di controllo”, scrivono le autorità norvegesi.

L’azienda manifatturiera, però, ha voluto, in un comunicato congiunto con Moderna, rassicurare. “La fiala impattata è stata forata e non è stata somministrata (…) La fiala è stata restituita per la perizia forense ed è stata aperta un’indagine (…) Non sono stati segnalati problemi di sicurezza nelle persone che hanno ricevuto il vaccino Moderna”, scrivono, ricordando che “900 milioni dosi di questo vaccino sono state inoculate nel mondo”.

Questo è il secondo incidente relativo ai vaccini Moderna confezionati in Spagna. Alla fine di agosto, sono state scoperte impurità in lotti del vaccino Covid di Moderna. Le indagini hanno rivelato che le impurità trovate erano particelle di acciaio inossidabile causate da “attrito tra due parti metalliche installate nel modulo cap della linea di produzione a causa di un montaggio errato”.

Il Giappone ha sospeso l’uso di vaccini da tre lotti, che rappresentano più di 1,6 milioni di dosi, dopo le segnalazioni di diversi centri di vaccinazione che hanno scoperto corpi estranei nelle fiale di vaccino. Il ministero della Salute giapponese aveva anche annunciato la scorsa settimana l’apertura di un’indagine per determinare la causa della morte ad agosto di due uomini a cui era stata somministrata una dose di vaccino da uno dei tre lotti sospesi. Secondo il comunicato delle due società, “non ci sono prove” che questi due decessi siano legati alla somministrazione del vaccino.

Leave a Comment