Costruisci il tuo computer quantistico con questo gioco di Google

Non capisci l’informatica quantistica? Niente panico, i professionisti quantistici si stanno impegnando per metterlo a portata di clic.

L’informatica quantistica è una tecnologia assolutamente affascinante. Ma tra qubit, entanglement, sovrapposizione e il resto del vocabolario associato a questa disciplina, devi tenerti stretto per capire cosa sta succedendo dietro le quinte; spesso si tratta di fenomeni non solo molto astratti per chi non lo sapesse, ma anche difficili da divulgare.

Ma vale comunque la pena esaminarlo, e per una buona ragione; possiamo già affermare senza un briciolo di esagerazione che questa tecnologia trasformerà la nostra visione del mondo, mentre le applicazioni concrete si possono ancora contare sulle dita di una mano. E per aiutarci a vedere le cose più chiaramente, Google ha prodotto un piccolo gioco molto carino.

Il mondo quantistico a portata di clic

Intitolato “The Qbit Game”, si presenta come una “esplorazione giocosa della costruzione di un computer quantistico, qbit per qbit”. Consente a chiunque di familiarizzare con i dettagli dell’informatica quantistica, anche senza la minima conoscenza della fisica fondamentale. L’unico prerequisito è comprendere le basi dell’inglese. Perché per il momento, The Qbit Game è disponibile solo nella lingua di Shakespeare.

Quando arrivi sulla pagina, incontri immediatamente un qubit. Questa è l’unità fondamentale su cui si basa il calcolo quantistico; funzionalmente, svolgono più o meno lo stesso ruolo dei bit nell’informatica tradizionale.

L’obiettivo è proteggere questo piccolo qubit dagli assalti dell’ambiente esterno. E si parte dalla temperatura. In effetti, queste macchine funzionano a temperature relativamente vicine allo zero assoluto. È quindi necessario neutralizzare questi aggressori, che il nostro adorabile qubit guarda con la coda dell’occhio con apprensione.

È quindi consentito conservare le informazioni, che è l’obiettivo finale dei ricercatori e consente qui di aumentarne il punteggio. Se riusciamo a difendere il nostro qubit, finirà per essere affiancato da nuove unità che dovranno anche essere protette; più ce ne sono, più diventa difficile difenderli. Ma offre loro anche la possibilità di entrare in uno stato di entanglement quantistico (entanglement quantistico).

Molto brevemente, questo termine si riferisce alla creazione di una sorta di “ponte” invisibile che collega due particelle. Ciò si traduce in due particelle accoppiate, che condividono le loro proprietà anche quando sono distanti; un’osservazione che ha portato Albert Einstein a far cadere una frase che da allora è passata alla storia quando parlava di “azione spaventosa a distanza”.

Senza entrare nei dettagli, l’importante è che questo entanglement abbia la particolarità di moltiplicare le capacità di calcolo di un computer quantistico. Più qubit sono impigliati nello stesso processore quantistico, maggiore diventa la capacità di calcolo.

Q System One di IBM, uno dei primi computer quantistici commerciali. © Ricerca IBM

Incoraggiare le vocazioni

In The Qubit Game, l’obiettivo è quindi quello di consentire a quanti più qubit possibile di coesistere in uno stato di entanglement quantistico proteggendoli dalla temperatura. Potrai poi recuperare i punti generati da questi “calcoli”; diventa quindi possibile reinvestirli in miglioramenti che aumenteranno le prestazioni complessive del sistema… e così via.

Ovviamente, The Qubit Game non farà di te uno specialista dell’informatica quantistica. Ma almeno ha il merito di aiutare a visualizzare in modo molto semplice concetti spesso molto astratti. In particolare, Google spera che questa piccola esperienza giocosa ispiri alcuni, soprattutto i più giovani, a scavare più a fondo sul lato di questo tematica sicuramente affascinante, ma anche molto intimidatoria A prima vista.

Abbiamo bisogno di più studenti per intraprendere una carriera costruendo o facendo funzionare computer quantisticiafferma Abe Asfaw, chief education officer di Google Quantum, la divisione di Google che si occupa di informatica quantistica. Con questo gioco, l’azienda spera quindi di dare un assaggio del qubit ai futuri piccoli geni della disciplina… e se il grande pubblico può familiarizzare un po’ di sfuggita con questi concetti, è sempre bene prenderlo!

Puoi giocare a The Qubit Game a questo indirizzo (in inglese).

Leave a Comment