Confermate 50 contaminazioni con batteri E. coli, di cui due decessi

48 bambini e 2 adulti hanno sviluppato sintomi legati al consumo di pizze Fraîch’Up, secondo le ultime indagini rivelate da Public Health France.

Le indagini procedono. Al 6 aprile 2020, 50 casi confermati di sindromi emolitico-uremiche (HUS) e infezioni da batteri E. coli produttori di shiga-tossina (STEC) legati al consumo di pizze Fraîch’Up a marchio Buitoni sono stati identificati dal pubblico francese Salute. Sono stati colpiti 48 bambini e 2 adulti. A metà marzo è stato lanciato un massiccio richiamo di queste pizze.

I 48 bambini malati hanno un’età compresa tra 1 e 17 anni con un’età mediana di 7 anni; 20 (42%) sono donne; 43 (90%) si sono presentati con HUS, 5 (10%) con gastroenterite STEC. Due bambini sono morti. I 2 adulti hanno più di 90 anni; uno presentato con HUS, l’altro con gastroenterite STEC.

Questi 50 casi si sono verificati in 11 regioni della Francia metropolitana: Hauts-de-France (11 casi), Nuova Aquitania (8 casi), Paesi della Loira (7 casi), Bretagna (6 casi), Ile-de-France ( 6 casi casi), Auvergne-Rhône-Alpes (3 casi), Bourgogne Franche-Comté (2 casi), Grand Est (2 casi), Occitania (2 casi), Provenza-Alpi-Costa Azzurra (2 casi) e Centre Val -de-Loire (1 caso) (figura 2).

Una lettera inviata alle famiglie

Il numero dei casi di HUS legati al consumo di queste pizze sembra stabilizzarsi“, specifica Public Health France. Per altri 25 casi di infezioni da HUS e STEC notificati a Public Health France, le indagini sono in corso.

David, i cui due figli, di 7 e 2 anni e mezzo, hanno entrambi contratto la SEU, giovedì ha ricevuto una lettera da Public Health France in cui confermava che questi bambini erano stati effettivamente contaminati da una pizza Buitoni che avevano condiviso. “Mio figlio maggiore ha subito lievi danni ai reni ma deve essere seguito per cinque anni e ha saltato la scuola per più di un mese“Spiega questo papà di 38 anni, che vive in Alsazia e che intende intraprendere un’azione legale.

Per il momento, un’indagine per “omicidio colposo», «inganno” e “mettendo in pericolo gli altriè stato aperto, ha affermato venerdì l’ufficio del procuratore di Parigi, richiesto dall’AFP. Questa indagine, condotta dal centro di salute pubblica della procura di Parigi, è aperta dal 22 marzo.


GUARDA ANCHE – Batteri E.coli: le autorità sanitarie confermano un legame con le pizze Buitoni

Leave a Comment