come tenere gli uccelli lontani dal tuo orto o frutteto?

Un giardino senza uccelli è un giardino triste e senza vita. Detto questo, in determinati periodi dell’anno, è meglio spostarne alcuni lontano dal tuo orto e/o frutteto se vuoi goderti appieno le tue ciliegie, pomodori o fragole. Come fare ? Per aiutarti, ecco alcune soluzioni efficaci e prive di rischi per gli uccelli.

Gli uccelli che più temi sono i grandi passeriformi come merli, gazze e storni, ma anche colombe e piccioni. Se non stai attento, possono causare gravi danni in breve tempo.

Sul suo sito web, Truffaut spiega:

“Probabilmente è nel frutteto che gli uccelli sono i più indesiderabili, capaci di derubare i ciliegi in tempi record e nel frattempo depredare ribes, lamponi e ribes nero. Susine, mele, pere non sono quindi disdegnate”.

Foto: Shutterstock

E i rischi del tuo frutteto sono sostenuti anche dal tuo orto:

“Nell’orto, piantine e giovani germogli possono essere beccati dagli uccelli. I pomodori maturi e le fragole sono una prelibatezza succosa per i passeriformi assetati, che a volte cercano soprattutto di dissetarsi”.

Per soddisfare il bisogno di refrigerio degli uccelli senza dare loro il vostro frutto in offerta, la prima cosa da fare è mettere a loro disposizione un punto acqua. Così, invece di immergere il becco nei tuoi pomodori, possono dissetarsi senza preoccuparti di te (ricordati di rinnovare regolarmente quest’acqua in modo che rimanga pulita e pura).

Foto: Shutterstock

Le altre opzioni sono di avere elementi visivi o rumorosi che dissuadano gli uccelli dall’avvicinarsi alle tue piantagioni.

Ad esempio, è possibile sospendere i nastri magnetici da una videocassetta danneggiata. Il sole si rifletterà in loro, si muoveranno nel vento e spaventeranno gli uccelli.

Stesso principio con CD graffiati e inutilizzabili. Appenderli ad alberi o recinzioni usando lo spago. Il loro movimento così come i riflessi della luce dovrebbero essere sufficienti per scoraggiare gli uccelli.

Foto: Shutterstock

Truffaut suggerisce anche ai suoi lettori di improvvisare “spaventapasseri uccelli che usano palloncini giovanili su cui dipingerai grandi occhi neri.”

Puoi anche ottenere nastri spaventatori, aquiloni spaventatori, bobine che producono vibrazioni, fogli che brillano, si muovono e fanno rumore e dispositivi a ultrasuoni.

In ogni caso, per evitare che gli uccelli si abituino alla presenza dei tuoi effetti visivi e sonori, considera di variarli, alternarli e spostarli di tanto in tanto. E se ciò rimane insufficiente, puoi anche optare per i repellenti.

Alcuni di questi prodotti possono essere fatti in casa. Un esempio: pepe di Caienna schiacciato e sciolto in acqua. Spruzzato sulle piante, la miscela risultante dovrebbe dissuadere gli uccelli dal continuare ad assaggiare.

Sul mercato troverai anche repellenti in spray o granuli il cui odore respingerà gli uccelli. Allo stesso modo, puoi anche scommettere su naftalina e olio di cade.

Un’altra opzione viene spesso offerta sul mercato: la rete anti-uccelli. Ma è meglio evitare di farvi ricorso, perché non è esente da rischi. “Questo metodo, segnala ad esempio il sito Easy Gardening, chiede di controllare ogni giorno che un uccello non sia rimasto intrappolato nelle maglie della rete. Se vedi un uccello, liberalo il prima possibile o potrebbe morire di sfinimento.

Foto: Shutterstock

Dato che ci sono soluzioni per proteggere le tue piantagioni senza danneggiare gli uccelli, approfittiamone!

Leave a Comment