Come portare il tuo sito in Google Discover, successo al 100% con questo semplice metodo –

Un feed di notizie creato da Google per fornire articoli e video ai dispositivi mobili, Discover offre agli utenti contenuti personalizzati in base alle loro ricerche. Discover rappresenta chiaramente il Santo Graal per qualsiasi editor di siti. Conosciamo tutti il ​​suo impatto sulla SEO.

Cos’è Scopri?

Google Discover offre agli utenti di Internet la possibilità di scoprire contenuti corrispondenti ai loro interessi e preferenze. Con il suo algoritmo, Google determina cosa piace agli utenti e suggerisce loro nuovi contenuti in base alla loro attività di ricerca passata e alle loro interazioni con l’app Google Discover.

Gli utenti hanno anche la possibilità di personalizzare ulteriormente ciò che vedono sul proprio feed seguendo gli argomenti che li interessano. Scopri i risultati delle app cambiano regolarmente in base ai contenuti appena rilasciati e agli interessi degli utenti.

Per i creatori di contenuti, Google Discover è un motore di traffico del sito Web molto potente. I feed di Google Discover in genere contengono un mix di articoli di notizie e contenuti freddi. L’enfasi è sugli elementi visivi, come fotografie e video.

Consigli di Google: qui

Cominciamo dal sito, qui si parla di siti classici, non necessariamente gnews ma di qualsiasi tipo.

  1. Ottimizzazione in loco :
    Avere un sito perfetto in termini di velocità di visualizzazione della pagina (oltre 80 sarebbe l’ideale).

    Personalmente, non so come farlo, quindi ne traggo beneficio Alain Dahan. ecco il suo profilo twitter per chi può permettersi le proprie ambizioni. Costa circa 1K per WordPress da fare.
    Il suo profilo: https://twitter.com/dahanalain
  2. Nuclei web vitali
  3. Profili dell’editore : importante rassicurare Google solo se si ha l’ambizione di restarci. Clemente Pessaux lo spiega molto bene nel video TRikaya Live https://www.youtube.com/results?search_query=trikaya

Questo per quanto riguarda i 3 punti più importanti.

Suggerimenti per entrare ogni volta

Ciò che ci interessa particolarmente è entrare in Google Discover. Come mai ? Perché oggi Discover può portare la maggior parte del traffico al tuo sito. È diventato una parte essenziale di qualsiasi strategia di contenuto.

E la domanda che tutti si pongono è: come entrare in Google Discover e vedere apparire su Search Console la famosa scheda “Scopri” che ne determinerà l’idoneità a questa fonte di traffico quasi illimitata.

Una volta che il tuo sito è “idoneo” a Discover, devi sapere come rimanerci e come sfruttarlo al meglio per ottenere più traffico possibile.

Fai attenzione, tuttavia, sebbene qualsiasi sito Web possa apparire su Discover, non tutti i contenuti possono essere serviti lì. Ovviamente, le norme sulla pubblicazione dei contenuti di Google News devono essere rispettate. Pertanto, per rispettare le linee guida dell’azienda, i tuoi contenuti devono essere originali, utili, freschi e rispondere a una richiesta dell’utente di Internet.

Oltre ai tanti obblighi da rispettare per essere idonei a Google Discover, c’è una parte leggermente più tecnica da gestire. In effetti, soddisfare le linee guida di Google in termini di contenuti non è sempre sufficiente.

Per avere la scheda Scopri su Search Console, segno molto chiaro che Google ha “convalidato” il tuo sito per Discover, dovrai agire sui dati strutturati.

Se il tuo sito è in WordPress, ci sono dei plugin che ti permettono di configurare facilmente questi dati strutturati che sono gli stessi richiesti per un sito di Google News. Possiamo citare tra gli altri il plugin Schema & Structured Data per WP & AMP che è secondo me il migliore. Fare attenzione a configurarlo correttamente, in particolare selezionando lo schema NewArticle.

Ovviamente, come ho detto sopra, anche l’ottimizzazione del sito Web gioca un ruolo importante, le metriche “verdi” di Core Web Vitals aggiungono senza dubbio una spinta significativa al traffico Discover, oltre a fornire una migliore esperienza utente.

A meno che tu non sia un grande media, apparire su Discover e soprattutto restarci non è un’impresa facile. Dovrai mostrare le tue credenziali e dimostrare a Google che sei legittimo su un argomento, possiamo anche dire “specialista” nel tuo argomento.

Un articolo su Discover ha una durata relativamente breve, generando traffico fino a un massimo di 1 settimana. È quindi importante acquisire autorità su un argomento specifico. Più ti occupi di un argomento, più sarai legittimo e quindi potenzialmente spinto su Discover.

In un video di Trikaya di Fred Bobet (@Doerf su Twitter), Clément Pessaux (@labisse) spiega molto bene questa nozione di autorità.

Contatta Doeurf: https://www.trikaya.fr/

Clément Pessaux spiega che, ad esempio, pubblicando ogni giorno un articolo sullo stesso argomento con assi diversi, diventi legittimo agli occhi di Google. Se pubblichi su un tema anziché su ” filo », il tuo sito dovrà essere più potente per essere visibile, sia su Google News che su Discover.

Ma più di ogni altra cosa, il coinvolgimento è la chiave del successo su Google Discover. Devi assolutamente lavorare sul tuo titolo con questo in mente, ma anche sulla foto che hai proposto per innescare il maggior coinvolgimento possibile e le prime due righe.

Traffico gratuito fino a 1 milione al giorno, è possibile grazie a Google Discover anche senza essere un grande media.

Il CTR del tuo articolo è un dato fondamentale, perché è lui che determinerà la longevità dell’articolo sull’applicazione. Più alto è il CTR, più l’articolo verrà propagato da Google e viceversa.

Per quanto riguarda le materie che funzionano, a parte Julien Jimenez che padroneggia quest’arte, nessuno ha davvero la risposta. Sta a te testare pensando “utente”, ma non solo in termini di persona, ma di gruppo poiché Google classifica gli utenti all’interno dei gruppi.

Così, ad esempio, se un utente apprezza un argomento specifico, identificherà altri argomenti che potrebbero piacergli in base agli interessi delle altre persone nel suo gruppo. Questo è il motivo per cui a volte possiamo ritrovarci con articoli proposti da Google che non necessariamente corrispondono completamente ai nostri centri di interesse, ma il cui contenuto è considerato “simile” da Google.

Infine, faremo un rapido tour dei punti importanti da ricordare se non vuoi perdere la tua idoneità a Discover:

  • Compila le note legali del sito
  • giustificare il profilo degli editori con account di social network reali e un testo di presentazione di ciascuno di essi;
  • procurati bene i tuoi articoli per impedire a Google di classificarti come notizie false o notizie discutibili

Se stai cercando un grande volume di traffico, solo una persona ti garantirà Julien KB

il suo profilo Twitter https://twitter.com/KorleonKBiz

Tocca a te ! @daviddaydou

Questo articolo servirà anche come test sul CTR puro e duro. I tuoi clic e le tue condivisioni sono importanti, quindi conto davvero su di te.

Leave a Comment