Come faccio a riorganizzare gli oggetti collegati nell’app Google Home?

Abbiamo visto in una precedente guida sull’ambiente Google casa come rimuovere i dispositivi che non sono più utilizzati nell’installazione. Oggi vediamo come riorganizzare i tuoi dispositivi all’interno dell’app mobile. Sempre più oggetti connessi stanno entrando nelle nostre case. A lungo termine, questo rappresenta molte periferiche e alcune a volte possono essere inutilizzate. Con i numerosi test che svolgiamo presso il domo-lab, ci troviamo spesso di fronte a questo problema. E parlando con amici o colleghi, vedo che lo stesso vale per molti di voi.

Condivido con voi in questa nuova piccola guida come ottimizzare la vostra installazione in modo semplice e ordinato. Ciò impedirà all’applicazione di tentare di agire su dispositivi temporaneamente non disponibili e aumenterà in efficienza e chiarezza a livello di applicazione.

Come riorganizzare semplicemente gli oggetti nell’app Google Home?

Tempo necessario: 2 minuti.

Se rimuovere il dispositivo come abbiamo visto nella nostra guida precedente è una buona soluzione per alleggerire l’installazione, un’altra interessante alternativa può essere quella di creare una stanza dedicata a questi dispositivi momentaneamente disconnessi. In questo modo i tuoi dispositivi restano connessi all’applicazione ma non inquinano le visualizzazioni e soprattutto le azioni di gruppo.

  1. Modifica dispositivo da spostare

    Per iniziare, devi andare sulla pagina del dispositivo che vuoi spostare e inserirne le impostazioni (ruota dentata). Una volta nelle impostazioni, vai alla parte del dispositivo.

  2. Crea una nuova stanza per gli oggetti inutilizzati

    Anziché eliminare il dispositivo, se prevedi di riutilizzarlo presto, potrebbe valere la pena non eliminarlo dall’applicazione ma conservarlo in una stanza specifica. Per fare ciò, è sufficiente creare una nuova stanza che darai il nome che desideri, nel nostro caso in domo-lab, abbiamo scelto di chiamare questa stanza “non utilizzata”. Quindi, devi solo spostare gli oggetti che non sono più collegati in questa stanza. Nel mio caso utilizzo una stanza “non utilizzata” che mi permette di archiviare oggetti che non sono più collegati ma che non voglio eliminare. Se la parte non esiste ancora, quando sei nell’elenco delle parti, vai in fondo all’elenco su “Aggiungi una parte”.

    google-home-nest-creation-new-room-inutilizzato

  3. Sposta gli oggetti che cambiano le stanze della casa

    Può anche capitare di spostare una lampadina, una presa o un altro oggetto in un’altra stanza della casa. Per continuare ad agire in modo ottimizzato e non vedere un comando di gruppo accendere una luce in camera da letto quando chiedi di accendere l’ufficio, ricordati di spostare questi oggetti anche sotto l’applicazione Google Home.
    Per fare ciò, vai semplicemente sul dispositivo da spostare e quindi apri le sue impostazioni.
    google-home-chnger-piece-object-peripherals-iot

Conclusione

Ora sai come riordinare gli oggetti connessi collegati alla tua app Google Home. Per andare oltre, ti invito a consultare la nostra altra guida sull’eliminazione di oggetti nell’applicazione Google Home. Molti di noi trascurano questa riorganizzazione, eppure può far risparmiare tempo sia sull’esecuzione delle azioni che sulla visibilità nell’applicazione, evitando i dispositivi che non rispondono allo schermo!

Oggetti disconnessi ancora presenti in una stanza o in un gruppo – © domo-blog

Leave a Comment