Cable Africa di Google Equiano fa il suo primo sbarco in Togo: Quartz Africa

Equiano, il cavo Internet sottomarino di Google in Africa, farà il suo primo sbarco in Togo questo mese.

Annunciato per la prima volta nel 2019, Equiano è il 14° investimento di Google nei cavi Internet sottomarini, ma il primo dedicato all’accesso a Internet in Africa. Si prevede che viaggerà dal Portogallo al Sud Africa e fa parte dell’investimento di 1 miliardo di dollari della società in Africa, che include un fondo di avviamento di capitale di rischio di 50 milioni di dollari.

L’atterraggio in Togo potrebbe sorprendere poiché una mappa iniziale del progetto suggeriva che si sarebbe prima esteso a Lagos, in Nigeria, probabilmente il centro tecnologico dell’Africa. Ma Cina Lawson, ministro del Togo per l’economia digitale e la trasformazione digitale, ha affermato che il suo governo è riuscito a convincere Google che dovrebbe invece essere il Togo.

Google

Prima il Togo, poi la Nigeria?

Aumentare la capacità di Internet dell’Africa occidentale

Equiano si stabilisce in Togo attraverso una partnership pubblico-privata in joint venture tra Société d’Infrastructures Numériques (SIN), che è la società di asset per le telecomunicazioni del paese, e CSquared, una società di infrastrutture di telecomunicazioni che ha iniziato ad operare in Uganda nel 2011.

Csquared Woezon, La joint venture è stata creata, è una società togolese e gestirà la stazione di atterraggio e gestirà la fibra ottica sulle linee elettriche ad alta tensione che collegano il Togo al Ghana, al Burkina Faso e al Benin, ha dichiarato Lawson a Quartz in una nota intervista. Estenderà anche i servizi Internet via cavo sottomarini ad altre parti del paese, fungendo da spina dorsale nazionale a banda larga del paese.

L’atterraggio del cavo in fibra ottica è un grosso problema per il Togo. Sebbene il 72% della popolazione abbia telefoni cellulari e sia al 6° posto in Africa nelle liste della Banca Mondiale (ora sospesa), secondo il Mobile Connectivity Index, solo un terzo della popolazione è coperto dalla banda larga mobile. Mentre il mondo sta andando avanti con il 5G, la maggior parte dei togolesi dipende ancora dal 3G e anche questo copre solo i due terzi del paese.

Lawson afferma che il cavo di Google, che dovrebbe offrire 20 volte la larghezza di banda di altri cavi dell’Africa occidentale, soddisferà il desiderio della popolazione togolese la cui età media è di 19 anni. “Quando hai 18 anni, quello che vuoi è una connessione Internet davvero forte. E se lo vuoi, hai bisogno di reti in fibra ottica. »

Il Togo cerca investimenti per costruire la sua economia digitale

Potrebbe essere oscurato da Nigeria, Ghana e altri vicini dell’Africa occidentale, ma il Togo ha mostrato risultati promettenti nell’adozione delle tecnologie digitali.

Quando è iniziata la pandemia, ha ampliato Novissi, distribuendo 34 milioni di dollari a 920.000 persone che utilizzano conti mobili. Questo progetto è stato sostenuto dai ricercatori del Center for Effective Global Action dell’Università della California, Berkeley (Le) e da una sovvenzione di 10 milioni di dollari da GiveDirectly.

Equiano dovrebbe aggiungere 351 milioni di dollari (pdf) alla produzione economica del Togo entro il 2025. Tuttavia, per sviluppare completamente questa capacità, Lawson afferma che il Togo cercherà fino a 300 milioni di euro. “Stiamo discutendo con gli istituti di credito per mettere la fibra su tutte le linee elettriche. È un processo, ma ci arriveremo presto. »

Iscriviti a il Brief settimanale di Quartz Africa qui per notizie e analisi sul business, la tecnologia e l’innovazione africane nella tua casella di posta.

Leave a Comment