Avvocati da far rizzare i capelli | Law Inc.

Ingrandire

Sophie Melchers. Fonte: sito Web Norton Rose Fulbright

Tre avvocati del Quebec sono stati premiati alla cerimonia di premiazione 2022 Canadian Benchmark Litigation Awardstenutasi il 5 maggio al Fairmont Royal York di Toronto.

Me Sophie Melchers, partner di Norton Rose Fulbright, ha ricevuto il premio come litigator of the year in Quebec. Me Marie-Helene Jette, un partner di Langlois, ha vinto il premio come litigator of the year in diritto del lavoro e del lavoro in Canada. Come per me Sylvie Rodrigue di Torys, ha vinto il Canada Litigator of the Year Award nella categoria Product Liability.

Sophie Melchers

Nella sua categoria, l’avvocato si è distinto in un elenco di prestigiosi avvocati, come Audrey Boctor (IMK), Claude Marseille (Blake Cassels & Graydon), Éric Mongeau (Stikeman Elliott), Mathieu Piché-Messier (Borden Ladner Gervais) e Patrick Ouellet (Woods).

Sophie Melchers fa anche parte dell’elenco dei 50 migliori litigators del Canada e del Le 50 migliori donne nel contenzioso di Benchmark.

L’avvocato interviene in caso di controversie in materia commerciale, societaria o mobiliare. Accompagna aziende, funzionari o direttori nell’ambito delle indagini svolte dall’Autorité des marchés financiers (AMF).

“Penso di distinguermi per l’esperienza acquisita nei miei 27 anni di pratica in questo campo abbastanza di nicchia, per consigli strategici e pratici adattati alla situazione di ogni persona e, infine, per la mia reputazione di persona ragionevole, affidabile. , ben preparata e tenace”, dice.

La Barreau 1994 ha costruito tutta la sua carriera nella stessa azienda. Si è laureata in giurisprudenza presso l’Università di Montreal nel 1993.

Tra i mandati più significativi della sua carriera, cita in particolare le due controversie tra Hydro-Québec e Churchill Falls relative al contratto energetico del 1969 e il caso tra l’Autorité des marchés financiers e David Baazov nel 2016/2017.

L’avvocato ha rappresentato Transat anche nei confronti del gruppo immobiliare Mach davanti al Financial Markets Administrative Tribunal nel 2019, quando quest’ultimo voleva acquistare un blocco di azioni Transat ed era sospettato di voler vanificare l’accordo (allora in discussione) tra la compagnia aerea e Air Canada. Ha anche rappresentato Resolute Forest Products nelle controversie relative all’acquisizione di Fibrek.

Il fatto di essere una donna è un problema per ottenere tale riconoscimento da parte dei coetanei? “Vorrei credere che la risposta sia no, ma so che la nostra professione deve ancora affrontare grandi sfide in termini di conservazione, progressione e riconoscimento delle donne”, ammette l’avvocato.

Assicura che molti altri avvocati del Quebec avrebbero meritato il loro posto nella Top 50 dei migliori litiganti del paese ed è ansiosa di “vedere la parità lì”.

Marie-Helene Jetté.  Fonte: sito web Langlois

Ingrandire

Marie-Helene Jetté. Fonte: sito web Langlois

Marie-Helene Jette

Per due anni consecutivi, la carriera di Me Jetté è stata riconosciuta dallo studio Benchmark Litigation e ha ricevuto il premio come litigator dell’anno in diritto del lavoro e del lavoro in Canada.

“Sono rimasta sorpresa”, dice. È un po’ come la Stanley Cup, è difficile averla due volte di seguito.

Quest’anno ha affrontato nella sua categoria Randy Kaardal (Hunter Litigation Chambers), Eleni Kassaris (Dentons), Michael Korbin (Farris Vaughan Wills e Murphy) e André Royer (Borden Ladner Gervais).

Ciò che la distingue nella sua pratica è la sua capacità di “posizionarsi come partner commerciale per i suoi clienti”, afferma.

Marie-Hélène Jetté ha scoperto il diritto del lavoro e del lavoro durante la sua laurea in relazioni industriali all’Università di Montreal, quando stava pensando di dedicarsi alle risorse umane.

“È un diritto molto umano, non ci destreggiamo solo con cifre e transazioni”, sottolinea.

Ha fatto il salto in giurisprudenza, è stata ammessa all’Albo degli Avvocati nel 1995 e ha iniziato la sua carriera presso Norton Rose Fulbright, dove ha esercitato per 23 anni.

Nel 2018 è entrata a far parte dello studio Langlois Avocats, dove rappresenta e assiste i datori di lavoro in casi di molestie psicologiche, discriminazione, salute e sicurezza sul lavoro o norme del lavoro. Si occupa anche di casi relativi a riorganizzazioni aziendali o vendite.

Tra i suoi principali clienti ci sono Costco, Hershey’s, le case farmaceutiche Merck e GSK, ma anche la società Kruger, che ha accompagnato nella sua riorganizzazione di fronte ai cambiamenti del mercato della carta.

In oltre 25 anni di carriera, l’avvocato ha visto evolversi la sua pratica. Ricorda, negli anni ’90, avvocati del lavoro e del lavoro che scrivevano principalmente reclami. Oggi devono anche specializzarsi in diritti umani e libertà, diritto della salute e sicurezza sul lavoro, diritto penale e bozze di contratti con clausole molto specifiche, spiega.

Nei prossimi anni, Marie-Hélène Jetté ritiene che sarà essenziale per gli avvocati esterni “portare un reale valore aggiunto ai propri clienti, e non solo recitare la legge”.

“Dobbiamo entrare in contatto con i nostri clienti e dimostrare che siamo con loro in prima linea”, aggiunge Me Jetté.

Sylvie Rodrigue.  Fonte: sito Tory

Ingrandire

Sylvie Rodrigue. Fonte: sito Tory

Sylvie Rodrigue

Questa è la seconda volta che l’avvocato riceve il premio come contenzioso per responsabilità da prodotto dell’anno in Canada. L’azienda Benchmark aveva già evidenziato la sua pratica nel 2020 nella stessa categoria.

Quest’anno ha affrontato Teresa Dufort (McMillan), Gordon McKee (Blake Cassels & Graydon), Peter Pliszka (Fasken), Emmanuelle Poupart (McCarthy Tetrault) e Michael Parrish (Fasken).

“È davvero un premio di squadra”, ha detto l’avvocato. Nessun avvocato può avere successo senza essere circondato da una solida squadra”.

L’avvocato, oltre ad avvalersi di un team multidisciplinare, formato da avvocati con formazione scientifica, individua due fattori che contraddistinguono il suo studio. In primo luogo, l’aspetto nazionale della pratica. “Ci sono pochissimi avvocati che viaggiano ogni settimana e praticano in tutte le province di common law. Nella nostra azienda è la stessa squadra che rappresenta il cliente su tutto il territorio nazionale”.

Un’altra caratteristica distintiva dell’azienda: la capacità del team di essere molto specializzato e di coprire un’ampia gamma di prodotti, siano essi per aziende farmaceutiche, aziende automobilistiche o produttori di prodotti per la casa.

Sebbene Sylvie Rodrigue sia riconosciuta per la sua esperienza nella responsabilità da danno da prodotti difettosi, si distingue anche per la sua solida esperienza nelle azioni collettive in tutto il paese.

La Barreau 1993 ha iniziato la sua carriera presso Norton Rose Fulbright. A quel tempo, c’erano poche azioni collettive. Entro la fine degli anni ’90, le leggi sulle azioni collettive venivano sviluppate in tutte le province. Sylvie Rodrigue ha poca esperienza ma “vede il treno in arrivo” e intuisce che il campo di pratica è in piena espansione. Ha poi deciso di specializzarsi in questo campo.

È entrata a far parte di Torys nel 2013 e dirige l’ufficio di Montreal. Nel 2014 ha ricevuto il riconoscimento “Ad. E.” (Avvocato emerito) del Barreau du Québec in riconoscimento dell’eccellenza della sua carriera legale.

Il file che ha segnato di più la sua carriera? La sua rappresentanza probonica del Comitato Olimpico Canadese e dell’atleta Mandy Bujold contro il Comitato Olimpico Internazionale nel 2021, davanti alla Corte Arbitrale dello Sport in Svizzera.

“Questo caso chiave per il diritto delle atlete di tutto il mondo a non essere discriminate a causa della gravidanza ha avuto un impatto potente e concreto su diverse federazioni sportive ed è un momento decisivo nella mia carriera. . Non solo Mandy ha potuto partecipare alla sua seconda Olimpiade a Tokyo grazie a questa vittoria, ma i diritti fondamentali delle donne sono stati ufficialmente confermati come saldamente ancorati alla Carta Olimpica, oltre che al diritto internazionale. È una battaglia che rifarei domani mattina nonostante l’intensità di questo procedimento legale”, afferma l’avvocato.

.

Leave a Comment