Antiossidanti: ecco le migliori fonti di cibo

Le molecole antiossidanti sono all’origine delle proprietà benefiche degli alimenti di origine vegetale sulla nostra salute. Infatti, la ricerca degli ultimi anni ha dimostrato che le principali fonti di antiossidanti come frutta e verdura, vino rosso, tè verde e cioccolato fondente potrebbero partecipare attivamente alla prevenzione di alcune malattie cardiovascolari e neurodegenerative oltre a diversi tipi di cancro. Uno sguardo a queste molecole molto speciali…

“Moriamo perché respiriamo”

L’ossigeno nell’aria che respiriamo funge da carburante per le nostre cellule per produrre l’energia necessaria per il loro corretto funzionamento. Tuttavia, questa combustione non è perfetta e genera notevoli quantità di “rifiuti” detti “radicali liberi”. Questi radicali liberi sono dannosi per la cellula perché attaccano la struttura di molti dei suoi costituenti, in particolare il DNA, provocando notevoli danni.

Ad esempio, una cellula può accumulare più di 60.000 “danni” nel suo materiale genetico mentre invecchia, il che contribuisce allo sviluppo del cancro.

Per semplificare, diciamo che un antiossidante è semplicemente una molecola che trasforma questi radicali liberi in prodotti innocui e riduce così i loro effetti dannosi. Le nostre cellule contengono diverse molecole antiossidanti per proteggersi da questi radicali liberi, ma è probabile che questa difesa sia insufficiente per contrastare gli effetti negativi della moltitudine di aggressori tossici di origine alimentare (pancetta, salumi, carni affumicate) e ambientali che ci circondano (fumo di sigaretta, radiazioni ionizzanti, raggi ultravioletti). L’aggiunta di antiossidanti alla dieta potrebbe quindi fornire rinforzi ai sistemi di difesa delle nostre cellule e quindi proteggerci dal cancro. Per fare un semplice esempio, possiamo paragonare l’effetto delle difese antiossidanti a quello di una vernice che riesce a proteggere il metallo dalla ruggine causata dall’ossigeno nell’aria.

Una dieta ricca di frutta e verdura: la prima fonte di antiossidanti

Fino a poco tempo, si pensava che le vitamine fossero la causa principale dell’attività antiossidante in frutta e verdura. Ora sappiamo che non è proprio così! Infatti, le vitamine antiossidanti come le vitamine C ed E spesso rappresentano solo una piccola parte dell’attività antiossidante della frutta o verdura che le contiene.

Pertanto, la vitamina C di una mela genera solo l’1% dell’attività antiossidante di questo frutto! Queste osservazioni sono importanti perché troppe persone pensano di poter soddisfare la loro assunzione giornaliera di antiossidanti semplicemente consumando integratori vitaminici. Questa è una cattiva strategia perché la protezione antiossidante di questi integratori è molto inferiore a quella offerta da frutta e verdura intera. Un altro buon motivo per consumare dalle 5 alle 10 porzioni di frutta e verdura al giorno!

Le migliori fonti di antiossidanti

La ricerca degli ultimi anni ha dimostrato che l’attività antiossidante degli alimenti è principalmente dovuta ai polifenoli, una classe di molecole molto complesse che hanno una struttura chimica ideale per assorbire i radicali liberi. In generale, gli alimenti che contengono le quantità maggiori di questi polifenoli sono quelli che ne contengono

maggiore attività antiossidante. Per esempio :

– I frutti di bosco (mirtilli, lamponi, more, fragole, ecc.) così come le mele e le arance sono straordinarie fonti di polifenoli antiossidanti e dovrebbero essere consumate regolarmente.

– Tè verde: i polifenoli rappresentano un terzo del peso delle foglie di tè, il che lo rende una fonte ineguagliabile di molecole

antiossidanti. Oltre alla loro attività antiossidante, i polifenoli del tè hanno la proprietà di bloccare diversi fenomeni legati allo sviluppo del cancro.

– Cioccolato fondente 70%: Ottima fonte di polifenoli, il cioccolato fondente ha effetti benefici sui vasi sanguigni e potrebbe ridurre il rischio di malattie cardiovascolari. Ma attenzione, il cioccolato è molto calorico e non se ne abusa!

– Infine non bisogna dimenticare alcuni alimenti come noci, cuori di carciofo, asparagi o fagioli rossi, che hanno tutti importanti proprietà antiossidanti.

Antiossidanti e antitumorali

L’impatto positivo dei polifenoli presenti negli alimenti di origine vegetale, tuttavia, non si limita alla loro attività antiossidante. Molte di queste molecole, infatti, hanno anche la proprietà di bloccare in modo specifico alcuni processi coinvolti nello sviluppo del cancro, e non c’è dubbio che questa attività contribuisca in modo significativo all’effetto preventivo di frutta e verdura contro questa malattia.

È quindi necessario favorire il consumo regolare di alimenti ricchi di polifenoli antiossidanti non solo per ridurre i danni causati dai radicali liberi, ma anche per poterne sfruttare le proprietà antitumorali.

* Le informazioni ei servizi disponibili su pressesante.com non sostituiscono in alcun modo la consulenza di professionisti sanitari competenti.

Ti piacciono i nostri contenuti?

Ricevi le nostre ultime pubblicazioni gratuitamente e direttamente nella tua casella di posta ogni giorno

[ADINSERTER AMP]

Leave a Comment