Android 12 non è mai stato così migliore e più utile di Google Pixel 6

Per mettere in ombra gli smartphone di fascia alta del 2022, Google Pixel 6 e Pixel 6 Pro hanno messo le probabilità dalla loro parte. E soprattutto a livello software poiché si affidano all’interfaccia Pixel Experience, un overlay esclusivo per i dispositivi Google che offre un’esperienza utente ottimale.

Google Pixel 6 Pro (a sinistra) e Google Pixel 6 (a destra) // Fonte: Anthony Wonner – Frandroid

Usciti alla fine dello scorso anno, i Google Pixel 6 e Google Pixel 6 Pro non hanno mancato di sorprendere la redazione di Frandroid, che non ha mancato di dargli 9/10 durante la sua prova, sia la scheda tecnica dei telefoni è degna delle migliori oggi sul mercato. C’è da dire che i flagship di Google non mancano di argomenti per chi cerca il perfetto equilibrio in uno smartphone.

E uno dei punti di forza di Google Pixel 6 è la loro esperienza utente. Perché dopo tutto, chi è in una posizione migliore di Google per offrire la versione di maggior successo di Android 12? Google Pixel 6 e Google Pixel 6 Pro sono gli unici a beneficiare dell’overlay Pixel Experience, che non solo rende l’interfaccia piacevole alla vista, ma offre anche molte buone idee per migliorare l’ergonomia.

L’Android più bello

La prima cosa che salta fuori quando guardi l’interfaccia di Google Pixel 6 e Google Pixel 6 Pro è quanto è bello. Design Materiale tu e le sue piastrelle ovali ammorbidiscono i menu, il che rende piacevole la navigazione. Tanto più che, come abbiamo visto nei nostri test, le animazioni sono estremamente numerose e curate, il che non manca di dare energia al vostro smartphone. Casualmente provoca ancora un piccolo effetto “wow” che dà l’impressione di avere un dispositivo più vivace rispetto ad altri smartphone Android.

Android 12 non è mai stato così migliore e più utile di Google Pixel 6

L’altra buona idea progettuale immaginata da Google è l’algoritmo di Monet, che recupera i colori principali dello sfondo in modo da armonizzare i colori dell’interfaccia. Quindi il tuo telefono ha un aspetto unito e unico grazie alle infinite combinazioni di sfondi e colori accenti. Soprattutto perché Google Pixel 6 e Google Pixel 6 Pro non lesinano sul numero di sfondi offerti, il che ti consente di personalizzare completamente il tuo telefono. Anche i widget beneficiano della Pixel Experience poiché si adattano anche ai colori dell’interfaccia. Pensiamo in particolare all’orologio e al calendario che si integrano perfettamente nell’interfaccia.

La vera performance di Google in termini di design risiede nella fluidità del dispositivo. Tutte queste aggiunte e questa revisione grafica non pesano sulle prestazioni dello smartphone. Quindi non è necessario disabilitare più impostazioni grafiche per preservare la velocità del terminale. Il sistema è di una fluidità esemplare che rende la navigazione super piacevole.

Un’interfaccia molto accessibile

Le modifiche non sono solo a scopo estetico, ma trasformano anche l’ergonomia. Molte buone idee vengono introdotte da Pixel Experience come la barra di ricerca nella parte inferiore dello schermo sotto il dock dell’applicazione o la modalità “una mano”. Ciò ti consente di trascinare la parte superiore dello schermo verso il basso con un solo gesto. Queste due aggiunte rendono la navigazione con una sola mano molto semplice e piacevole, cosa piuttosto pratica quando la lancetta dei secondi è occupata ad esempio da una borsa della spesa.

Android 12 non è mai stato così migliore e più utile di Google Pixel 6

Questo desiderio di offrire la migliore esperienza utente con una sola mano si riflette anche nella possibilità di attivare un’azione toccando due volte il retro del telefono. Completamente configurabile, puoi scegliere di fare uno screenshot, avviare un’applicazione specifica, attivare Google Assistant o mettere in pausa i contenuti multimediali. Altra funzione legata alla multimedialità, la presenza della tecnologia “Listening” sulla schermata di blocco che permette di identificare il nome e l’artista di una canzone trasmessa vicino a te. Perfetto per ottenere il nome di quella melodia che ti fa ballare al volo alla tua prossima festa.

Android 12 non è mai stato così migliore e più utile di Google Pixel 6

Google vuole rendere Google Pixel 6 e Google Pixel 6 Pro i telefoni più accessibili sul mercato. Motivo per cui le impostazioni di accessibilità sono evidenziate nel menu dei telefoni. E ci sono molte opzioni per facilitare l’uso per le persone con disabilità. È possibile migliorare la leggibilità del sistema, giocando ad esempio con i contrasti, per offrire sottotitoli automatici, per leggere i testi tramite sintesi vocale o per associare apparecchi acustici.

IA di rinforzo

Per migliorare Android 12, Google non si è privato di fare affidamento sul apprendimento automatico. L’intelligenza artificiale offre nuove funzionalità, una delle più impressionanti delle quali è la traduzione in tempo reale. Pertanto, quando una conversazione visualizza parole straniere, Google Pixel 6 e Google Pixel 6 Pro si offriranno di tradurre i messaggi per facilitare la discussione. Funziona in tempo reale durante una discussione orale, ma anche su YouTube, o anche sui testi visualizzati nelle tue foto. Senza contare che la traduzione è disponibile anche offline.

Android 12 non è mai stato così migliore e più utile di Google Pixel 6

Meglio, nella tastiera di Gboard, un’opzione di Google Translate ti consente di tradurre i tuoi messaggi nella lingua che preferisci. E questo, indipendentemente dall’applicazione di messaggistica che utilizzi. Perfetto per chattare facilmente con un corrispondente estero su Hangout, WhatsApp o Telegram, ad esempio.

Un’altra funzione che fa molto affidamento sull’intelligenza artificiale, la famosa “Magic Eraser”. Questo strumento ti consente di “cancellare” una persona o dettagli che considereresti imbarazzanti in una foto.

Android 12 non è mai stato così migliore e più utile di Google Pixel 6
La gomma magica di Google Pixel 6

Un lungo follow-up software

Infine, l’azienda di Mountain View offre una vera longevità del software a Google Pixel 6 e Google Pixel 6 Pro poiché il monitoraggio si estende per oltre 5 anni, che è più lungo di quello che offre oggi la concorrenza. Quindi per 3 anni avrai aggiornamenti importanti, quindi due anni di aggiornamenti di sicurezza. Basti dire che se oggi ti innamori di un Google Pixel 6, avrai la migliore versione di Android fino al 2026. Naturalmente, gli attuali possessori di un Google Pixel 6 o di un Google Pixel 6 Pro godono anche dell’overlay Pixel Experience.

Ultimo punto di forza, il Google Pixel 6 è attualmente in promozione, dato che scende a 599 euro invece di 649 euro grazie ad uno sconto immediato di 50 euro.

Leave a Comment