Alexandre Liancier, nuovo Presidente dell’Ordine degli Avvocati dell’Ordine degli Avvocati di Nevers

Sempre impegnato il presidente dell’ordine degli avvocati. Eletto di recente dai suoi coetanei al bar di Nevers per i prossimi due anni, Alexandre Liancier non fa eccezione alla regola: la riunione era fissata per le 10 del mattino, siamo rimasti soddisfatti che nel mezzo pomeriggio si fosse aperto uno spazio.

Il successore di Me Josiane Monteiro ha per lui la giovinezza, 37 anni, ma già dodici anni di esercizio della professione. Questo Neversois di razza confida che “la vita dell’Ordine degli Avvocati (di cui è membro del Consiglio da sei anni) mi ha sempre interessato”.

Il suo interesse per questa professione al di fuori della cerchia familiare (nessun avvocato nel suo entourage) nasce da un precoce e personale sentimento: “L’idea di giustizia è una parola grossa che può far venire le vertigini, ma si riduce semplicemente al fatto che vengano aiutati coloro che non possono difendersi da soli. Questa è l’utilità dell’avvocato. »

Una pausa desiderata nella frenesia di legiferare

Quella del presidente risiede «nella difesa della professione. È l’interlocutore dei tribunali». Rapporti definiti “pacifici e costruttivi” con la doppia direzione del Tribunale di Nevers, la presidente Agnès Bonnet e il pubblico ministero, Alexa Carpentier.

L’Intesa Cordiale non protegge da tutti i mali. La mancanza di mezzi di giustizia è quella “che in definitiva penalizza il contendente. È importante che il magistrato abbia il tempo di lavorare sui suoi casi e non li levi di fretta”.

premio Il tribunale penale di Nevers protesta contro l’insufficienza dei mezzi assegnati alla giustizia limitando i tempi di udienza

La frenesia legislativa che attanaglia i parlamentari in questi anni non sembra placarsi: «Io Carole Boirin, che mi ha preceduto a questa funzione nel 2016 e nel 2017, deploravo questa tendenza. Oggi è peggio?! Viviamo in una riforma permanente. Due, tre, quattro leggi in più all’anno: per tutti, è troppo?! Magistrati e avvocati si adattano, in qualche modo. »

L’attuale Custode dei Sigilli, Éric Dupont-Moretti, proviene dal rango di avvocati, ma non ha ritenuto opportuno prendersi una pausa: «Ha appena riformato il codice di giustizia penale per i minori. Dietro, c’è tutta l’attuazione, dal tribunale per i minorenni agli avvocati. Il che non è evidente. »

“Apprezzeremmo un anno senza riforme. Dopo la riforma dei tribunali giudiziari, e quella del divorzio, non siamo stati nemmeno consultati per la composizione penale in gendarmeria…”

Jean-Christophe Henriet

.

Leave a Comment