Alençon. La chef Pauline Thomas, dalla cucina del suo ristorante a quella di un centro giovanile

Pauline Thomas si sta godendo la sua nuova carriera professionale. ©DR

Ha voltato pagina. Senza rimpianti. Forse anche calmato.

Paolino Tommaso mettere una crocetta sul suo ristorante buongustaiosituato in Place à l’Avoine a Alençon (Orne) e chiusa a seguito di una liquidazione giudiziaria, lo scorso dicembre. Ora cucina per un’associazione ad Alençon, in un locale che accoglie i giovani.

Lunghi lavori nella sua strada

Il giovane chef 28enne, però, non è tipo da mollare. Ma i lavori “infiniti” nel centro cittadino e nelle sue strade così come i danni causati dall’acqua nell’agosto 2020 avevano ragione sul suo dinamismo. Per non parlare della mancanza di personale che lo costringeva a unire funzioni e orari.

Insomma, a fine 2021 il suo ristorante è stato posto in amministrazione controllata. La liquidazione è seguita rapidamente.

Questa situazione non è legata alla crisi sanitaria, al Covid. I miei clienti sono stati fedeli durante i confinamenti, la vendita da asporto ha funzionato bene.

Paolino Tommaso

Allora, di chi è la colpa? O verso cosa?

Al lavoro, soprattutto! Rue des Grandes poteries è chiusa dal giugno dello scorso anno. Doveva riaprire, teoricamente a dicembre, ma è ancora chiuso. È molto complicato in queste condizioni attirare clienti. Perdevo il 50% del mio fatturato ogni mese. Senza l’aiuto del Comune…

Paolino Tommaso

Danno idrico

Il morale ha subito un duro colpo, soprattutto perché era stato danneggiato in seguito ai danni causati dall’acqua subiti dal suo ristorante nell’agosto 2020, dopo un violento temporale. “E’ stata dura, ma volevo riaprire il ristorante. Volevo. Ho fatto il lavoro necessario ea dicembre, tre mesi dopo, ho potuto accogliere nuovamente i clienti”.

Solo che è sola che ha rimesso la copertina.

Video: attualmente su Actu

Durante la seconda reclusione, i miei due dipendenti si sono dimessi. Sono giovani e sicuramente volevano guardare altrove.

Paolino Tommaso

Garantire la sola vendita da asporto è un altro, assicurare un servizio classico è un altro… “Ho provato a reclutare ma non avevo visibilità a lungo termine. »

Governante, lavapiatti, conduttrice, cuoca, centralinista e cameriera, Pauline è ovunque ma finisce per perdere un po’ della sua salute, molto del suo morale.

“Rendo felici i bambini”

Non è stato facile rimettere in sesto il ristorante. È un mondo sconosciuto, dopo una grande avventura di cinque anni. Fa male.

Paolino Tommaso

Ma nonostante tutto ciò, non si rammarica del tutto di questa decisione. “Non voglio riaprire un nuovo ristorante, no. Mi ha raffreddato”, dice, con un sorriso che raramente la lascia.

Perché Pauline è così, sempre attiva e positiva. Epicureo… “Volevo passare più tempo con mio figlio di sei anni. A gennaio ho trovato questa posizione all’interno di un’associazione ed è fantastico. »

Che ne è di Epicuro?

Pauline Thomas è fiduciosa: al posto dell’Epicure deve riaprire un nuovo ristorante. “La ripresa è registrata, ma non possiamo ancora svelare nulla. Buone notizie per il centro.

Il passaggio potrebbe sorprendere ma il giovane chef è categorico:

Ho un budget stabilito ma quando vuoi cucinare bene, puoi sempre. Rendo felici i bambini ad ogni ora di pranzo, li presento alle verdure di stagione, alle nuove torte, le ho sviluppate fatte in casa. E mi diverto anche io.

Paolino Tommaso

I piatti vengono preparati in loco ogni ora di pranzo” e mi organizzo per quelli la sera e nel fine settimana. »

Lo stress sembra essere scomparso dalla mappa. I fornelli sono irrilevanti per Pauline Thomas, contano solo la voglia e il piacere di cucinare. In

buon epicureo, ha trovato la felicità…

Questo articolo ti è stato utile? Nota che puoi seguire L’Orne Hebdo nella sezione Le mie notizie. In un click, dopo la registrazione, troverai tutte le novità delle tue città e dei tuoi brand preferiti.

Leave a Comment