A Carcassonne lo chef Franck Putelat festeggia il decimo anniversario delle sue due stelle, “il lavoro di una vita”

Martedì 12 aprile Franck Putelat ha segnato la storia della gastronomia francese entrando a far parte del club di chef che da un intero decennio conservano le loro stelle Michelin. Un’impresa che ha celebrato nel ristorante Le Parc, durante una cena intima e ad alta quota. C’erano tre grandi nomi della cucina francese.

Nelle cucine del ristorante Le Parc è effervescenza questo martedì 12 aprile. Assaggiate le salse, verificate la cottura, condite i piatti… una trentina di persone sono impegnate a preparare un “pasto eccezionale“, organizzato magistralmente dallo chef Franck Putelat. Bocuse d’Argent nel 2003, il nativo del Giura ha così festeggiato il decimo anniversario delle sue due stelle, premiate ogni anno dalla Guida Michelin dal 2012. Un evento “rara“, per il quale il Meilleur Ouvrier de France (MOF) 2019 ha scelto di circondarsi di cuochi d’eccellenza.

Tre stelle e MOF, lo chef Christophe Bacquié (a sinistra) ha risposto all’invito del suo amico e collega.
Indipendente – NATHALIE AMEN VALS

Bruno Oger (due stelle) e Georges Blanc (tre stelle, MOF) hanno deciso di cucinare i loro piatti d'autore per questo menu di anniversario.

Bruno Oger (due stelle) e Georges Blanc (tre stelle, MOF) hanno deciso di cucinare i loro piatti d’autore per questo menu di anniversario.
Indipendente – NATHALIE AMEN VALS

“Sono stato molto commosso nel vedere l’emozione dei miei giovani apprendisti di fronte a grandi chef”, confida Franck Putelat
Indipendente – NATHALIE AMEN VALS

Christophe Bacquié (trois étoiles, MOF), Georges Blanc (trois étoiles, MOF), et Bruno Oger (deux étoiles), et l’ancien chef pâtissier du Parc Rémi Touja (champion du monde 2013) ont mitonné leurs plats emblématiques pour ce menu compleanno. “Sono persone che amo, chef con cui ho lavorato a lungo“, precisa Franck Putelat. Durante la serata anche altri suoi colleghi gli avevano inviato messaggi di congratulazioni, come Arnaud Donckele (tre stelle) e Gilles Goujon (tre stelle, MOF).

Una sera “prestigioso“, fino a 350 euro per ciascuno dei 42 invitati, volti a festeggiare”il lavoro della vita“Infatti, come tutti gli chef stellati, Franck Putelat rimette in gioco le sue stelle Michelin ogni anno”.Non appena la guida viene pubblicata è sia un sollievo che un reset sperare di mantenerli l’anno successivo“, dice. Nel 2022 ben 53 ristoranti hanno perso le loro stelle. “Ogni cuoco te lo dirà: è la nostra vitaassicura il Carcassonnais adottivo, che ha iniziato a 14 anni in un ristorante stellato Michelin. È una domanda continua, una ricerca permanente della perfezione.”

Il servizio è stato preciso per offrire ai 42 ospiti un momento eccezionale.

Il servizio è stato preciso per offrire ai 42 ospiti un momento eccezionale.
Indipendente – NATHALIE AMEN VALS

Per permettersi questo menu dell'anniversario, i clienti hanno dovuto pagare 350 euro ciascuno.

Per permettersi questo menu dell’anniversario, i clienti hanno dovuto pagare 350 euro ciascuno.
Indipendente – NATHALIE AMEN VALS

Se include coloro che restituiscono le loro stelle, come lo chef Sébastien Bras, Franck Putelat spera di ottenerne un terzo. “Ma il passo è alto, ed è sempre più difficile“, ammette. In questione secondo il responsabile del Parco: il covid e la mancanza di personale che “ha causato la chiusura di alcuni ristoranti“, mentre altri “hanno perso loro malgrado in qualità“.

Per quanto lo riguarda lo chef plurititolato ha più che mai la voglia”divertirsi“, al ristorante Parc ma anche nelle sue brasserie a Nîmes e Carcassonne. Perché se potesse lasciarsi tentare da un’esperienza in Medio Oriente, Franck Putelat non dimentica la città medievale. “Ci sono molte cose da fare qui, resta da trovare gli investitori.”

Questa serata di anniversario ha coinciso anche con il 16° anniversario della creazione del ristorante Le Parc

Questa serata di anniversario ha coinciso anche con il 16° anniversario della creazione del ristorante Le Parc
Indipendente – NATHALIE AMEN VALS

Se il primo aperitivo è stato servito poco dopo le 19, la serata si è conclusa intorno alle 2 di notte.

Se il primo aperitivo è stato servito poco dopo le 19, la serata si è conclusa intorno alle 2 di notte.
Indipendente – NATHALIE AMEN VALS

Leave a Comment