A Brest, una nuova sterlina che copre 4.000 m2 nel 2026 – Brest



Tra boulevard Tanguy-Prigent e il centro ippico. È lì, nel quartiere di Saint-Pierre, che la città di Brest progetta di costruire il suo prossimo stabulario. Attrezzatura prevista su una superficie massima di 4.000 m² e destinata a sostituire l’attuale sito di Le Minou, a Plouzané, occupato in via temporanea ed eccezionale (l’attuale sterlina è su un diritto di passaggio del Conservatoire du littoral).

Tale struttura, come precisa il comune, “accoglierà un massimo di trenta box individuali per cani (in media dieci cani di guardia nell’attuale canile) e un allevamento di 25 posti”. Una dimensione contenuta “ma adeguata alle esigenze del territorio”, giudica il Comune.

Allertati mercoledì i residenti e il centro ippico

“L’informazione è stata data ieri ai rappresentanti dell’associazione che gestisce il Centro Ippico nel corso di un incontro presso il municipio distrettuale di Saint Pierre, alla presenza di Robert Jestin, vice responsabile del municipio distrettuale, Yohann Nédélec, vice responsabile della animale in città e Charles Kermarrec, consigliere delegato delle associazioni sportive, dettaglia il municipio in un comunicato stampa. Le stesse informazioni sono state inviate, al termine dell’incontro, ai residenti locali, precisando che il municipio distrettuale sarà a loro disposizione per distribuire le informazioni durante tutta la costruzione dell’opera e poi del cantiere”, prosegue la comunità di Brest .

Inaugurazione nella prima metà del 2026

Secondo l’articolo L. 211-24 del Codice della pesca rurale e marittima, che stabilisce i requisiti normativi in ​​materia di allontanamento e vagabondaggio degli animali, “i comuni sono tenuti a disporre di un canile”.

Questa sterlina è destinata a sostituire quella attuale, situata a Plouzané, “su un terreno di proprietà del Conservatoire du littoral che sarà rinaturalizzato quando gli spazi saranno liberati. Il sito è occupato da convenzione, la cui scadenza è fissata al 31 ottobre 2025”.

Il progetto per una nuova sterlina «mira ad aprire nella prima metà del 2026, informa il municipio. Il terreno previsto, attualmente di proprietà di Brest Métropole Aménagement, sarà acquisito dal Comune di Brest nell’ambito di questo progetto”.

100 m dalle case

Il Comune precisa che “il diritto di precedenza considerato risponde ai vincoli normativi di ubicazione e, in particolare, di distanza dalle abitazioni (100 m). Inoltre, la comunità presterà particolare attenzione nella progettazione dell’attrezzatura alla sua integrazione sia nel paesaggio che nel suono”.

Leave a Comment